Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna
Pubblica amministrazione

AFFIDAMENTO DELL’INCARICO DI COLLAUDO TECNICO AMMINISTRATIVO E STATICO - IN CORSO D’OPERA E FINALE – PER I LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL DISTRETTO DELLA CANTIERISTICA NELL’AVAMPORTO EST DEL PORTO CANALE – 2^ LOTTO FUNZIONALE:OPERE A MARE

Oggetto: AFFIDAMENTO DELL’INCARICO DI COLLAUDO TECNICO AMMINISTRATIVO E STATICO - IN CORSO D’OPERA E FINALE – PER I LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL DISTRETTO DELLA CANTIERISTICA NELL’AVAMPORTO EST DEL PORTO CANALE – 2^ LOTTO FUNZIONALE:OPERE A MARE
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di valutazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 385.578,25
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 385.578,25
CIG: 8954944D8D
CUP: D21J14000000007
Stato: Aggiudicata
Centro di costo: UFFICIO APPALTI E CONTRATTI CAGLIARI
Aggiudicatario : GPA-PRIMA-COLLESELLI - Capofila: GPA SRL
Data aggiudicazione: 18 gennaio 2022 0:00:00
Importo di aggiudicazione comprensivo degli oneri: € 190.861,23
Data pubblicazione: 26 novembre 2021 10:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 07 dicembre 2021 12:00:00
Data scadenza: 13 dicembre 2021 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:

Elenco chiarimenti

Chiarimento n. 1

Domanda:

Il punto 5.2 del disciplinare chiede di allegare i curricula dei professionisti e la dichiarazione degli stessi a non partecipare in alcun altro raggruppamento. Si chiede gentilmente di voler indicare in quale busta debbano essere inseriti tali documenti: documentazione amministrativa o tecnica? In attesa di riscontro si porgono i distinti saluti

 

Risposta:

In merito al quesito richiesto si precisa quanto segue:

i curriculum devono essere inseriti nella busta amministrativa nell'aposita sezione;

la dichiarazione è inserita al punto TT) della dichiarazione generale da inserite sempre nella busta amministrativa.

Cordiali saluti

Chiarimento n. 2

Domanda:

Il punto 11.2 del disciplinare (fine pag. 27), nel descrivere le caratteristiche che i tre servizi per la dimostrazione della professionalità devono avere, recita: "..quelle relative a lavori di importo a base d’asta inferiore alle soglie relative alle categorie dei lavori indicate nel presente disciplinare di gara...". Quali soglie devono essere tenute in considerazione: quelle relative all'importo dei lavori la cui somma è pari a 27.185.678,39 euro, o quelle relative al requisito minimo dei servizi di punta per un totale di 10.874.271,35 euro? Ringrazio e porgo i distinti saluti.

 

Risposta:

In merito al quesito presentato si comunica quanto segue:

le soglie da prendere in considerazione sono quelle dei lavori, da intendersi realizzate complessivamente nei tre servizi.

Chiarimento n. 3

Domanda:

Con riferimento al chiarimento n.2 si chiede una ulteriore delucidazione: l’importo lavori cumulato dei tre servizi per la dimostrazione della professionalità e adeguatezza dell’offerta deve essere almeno pari all’importo dei lavori oggetto di collaudo (euro 27.185.678,39) oppure ciascun servizio deve essere di importo almeno pari a quello dei lavori oggetto di collaudo (euro 27.185.678,39)?

Risposta:

Si conferma che le soglie da prendere in considerazione sono quelle relative all’importo dei lavori (D.01, S.03 e S.05 di cui al DM 17/06/2016, indicate nel disciplinare di gara a pag.6 art.3.2), da intendersi realizzate complessivamente nei tre servizi.

Chiarimento n. 4

Domanda:

Con riferimento al p.to 9.2 che recita “Professionalità ed adeguatezza dell’offerta desunta da un massimo di tre servizi svolti negli ultimi dieci anni e ritenuti dal concorrente significativi…” si chiede se sia possibile, nell’ottica del più ampio favor partecipationis, permettere la presentazione di servizi svolti durante l’arco della intera attività professionale e non solo negli ultimi dieci anni. A tal proposito si richiama la relazione illustrativa delle Linee Guida ANAC n. 1, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria”, aggiornate con delibera del Consiglio dell’Autorità n. 417 del 15 maggio 2019. Tale documento a pagina 5 recita: “Al fine di garantire il necessario coordinamento degli atti, è stata, quindi, modificata la Parte VI, punto 1.1, lett. a), delle Linee guida n. 1, nel senso già indicato dal Bando tipo n. 3. Ne consegue che i candidati possono illustrare in sede di offerta tre servizi relativi a interventi ritenuti significativi della propria capacità e affini a quelli oggetto dell’affidamento svolti lungo tutto l’arco della sua vita professionale.”

Risposta:

Con riferimento alla richiesta di modifica del requisito "professionalità e adeguatezza dell'offerta.....", tenuto conto che tale richiesta comporterebbe la modifica dei requisiti previsti per la partecipazione alla gara e, pertanto, la modifica del bando con decorrenza di nuovi termini e considerato che le linee guida n. 1 non sono vincolanti, questa Adsp non ritiene di poter accogliere tale richiesta. 

Chiarimento n. 5

Domanda:

Al punto 11.2 (pagina 27) del disciplinare si legge “non saranno valutate prestazioni […] relative a lavori di importo a base d’asta inferiore alle soglie relative alle categorie dei lavori indicate nel presente disciplinare”. Si chiede di: 1. chiarire se è valutabile una prestazione relativa a un lavoro che abbia importo in D.01 superiore a quello a base di gara e in S.03 e S.05 inferiore ai corrispondenti importi a base d’asta; 2. chiarire se è valutabile una prestazione relativa ad un lavoro che non abbia una o più delle categorie previste dai lavori a base di gara; 3. confermare che COMPLESSIVAMENTE i tre lavori presentati devono avere, per ciascuna delle 3 categorie previste dal bando (D.01, S.03 e S.05), importi almeno pari a quelli previsti a base di gara. Grazie

Risposta:

In merito ai quesiti proposti si comunica quanto segue:

1. 2. 3.

Fermo restando che complessivamente i tre servizi presentati dal concorrente dovranno avere un importo almeno pari a quello dei lavori oggetti di collaudo (€ 27.185.678,39), devono essere rispettati per ciascuna categoria di cui al DM 17/06/2016 complessivamente gli importi indicati pag.6 art.3.2 del disciplinare di gara: - D.01 € 9.563.105,53 - S.05 € 8.998.245,08 - S.03 € 8.624.327,78 Pertanto, il concorrente potrà valutare se presentare tre servizi in cui siano presenti contemporaneamente tutte e tre le suddette categorie oppure tre servizi ognuno con una delle categorie sopra indicate.

Chiarimento n. 6

Domanda:

Buongiorno, in caso di RTP: 1) Il Mandatario deve coincidere con la figura del Presidente? 2) nel caso il Mandatario non raggiunga il valore minimo del fatturato globale, tale requisito può essere soddisfatto dal RTP nel suo insieme? Ovvero la quota del Mandatario per essere maggioritaria deve essere pari al 34% del valore minimo pari a 385.578,25 €? 3) in merito alla Polizza Assicurativa ogni singolo professionista deve avere un massimale minimo di 10.000.000,00 €?

Risposta:

In merito ai quesiti presentati si comunica quanto segue:

1. non è necessario che il Presidente della Commissione coincida col mandatario

2. il fatturato globale può essere raggiunto anche dal RTP nel suo insieme, fermo restando che il mandatario dovrà avere la quota maggioritaria

3. il massimale di € 10.000.000,00 della polizza assicurativa deve essere soddisfatto complessivamente dalla Commissione di collaudo.

Chiarimento n. 7

Domanda:

La sottoscritta società chiede se, in caso di partecipazione in RTI, sia obbligatorio indicare la presenza nel gruppo di lavoro di un giovane professionista. In attesa di riscontro . Distinti saluti. 

Risposta:

In merito al quesito presentato si comunica quanto segue:

Nella fattispecie di cui trattasi (Commissione di collaudo) e per i requisiti richiesti dall’art.216 comma 9 del DPR 207/10 e dal disciplinare di gara (iscrizione all’ordine di almeno 10 anni) non è obbligatorio il giovane professionista.

Chiarimento n. 8

Domanda:

La presente per chiedere se in caso di partecipazione in RTI sia possibile che la documentazione di gara venga caricata sul profilo di uno dei mandanti. In attesa di riscontro . Cordiali saluti. 

Risposta:

In merito al quesito presentato si comunica quanto segue:

L’iscrizione sulla piattaforma dell’Ente deve essere fatta a nome del costituente raggruppamento. La documentazione, pertanto, deve essere caricata accedendo al profilo del raggruppamento creato.

Chiarimento n. 9

Domanda:

La sottoscritta società, premesso che nè la Linea guida n. 1 nè il bando tipo n. 3 dell'Anac definiscono il limite di dieci anni per i servizi similari richiesti per l'offerta tecnica, chiede se, ai fini della valutazione del subcriterio A dell'offerta tecnica, sia possibile presentare servizi svolti in periodo antecedente i dieci anni. in attesa di riscontro, cordiali saluti.

Risposta:

 vedi quesito n. 4

Chiarimento n. 10

Domanda:

La presente per chiedere se in fase di gara sia necessario produrre la garanzia provvisoria. cordial saluti

 

Risposta:

In merito al quesito presentato si fa presente quanto segue:

la cauzione provvisoria, trattandosi di servizi di ingegneria, non è prevista.

Chiarimento n. 11

Domanda:

Buongiorno, in caso di RTP composto da 3 Professionisti l'Istanza di partecipazione deve essere compilata da tutti i partecipanti? L'imposta di bollo è a carico del solo Mandatario? Oppure bisogna pagare 3 Marche da bollo?

Risposta:

In merito al quesitpo presentato si fa presente quanto segue:

 l'istanza deve essere presentata, in bollo, da ciascun componente il RTP.

Chiarimento n. 12

Domanda:

Buongiorno, non risulta possibile pagare il Contributo Anac, il portale dice: "GAE07 - Il codice inserito è valido ma non è attualmente disponibile per il pagamento. E' opportuno contattare la stazione appaltante."

Risposta:

Il CIG è stato perfezionato.

Chiarimento n. 13

Domanda:

Buon pomeriggio, in merito alla creazione del Passoe il portale mi da il seguente errore: "Il CIG indicato non esiste o non è ancora stato definito"

Risposta:

Il CIG è stato perfezionato.

Chiarimento n. 14

Domanda:

Relativamente al punto 11.2 del disciplinare, fermi gli importi minimi dei lavori presentati che debbono essere almeno pari ai lavori a base d’asta, si chiede se le categorie strutturali possano essere rappresentate da categorie con grado di complessità superiore (S.04, S.05, S.06 in luogo della S.03 e S.06 in luogo della S.05). Grazie

Risposta:

Come previsto dal prf V, punto 1 delle Linee Guida Anac n.1 e dall’art.8 del DM 17/06/2016 “gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore all’interno della stessa categoria d’opera”.

Chiarimento n. 15

Domanda:

In merito ai tre servizi finalizzati alla dimostrazione della professionalità e adeguatezza, il disciplinare a pag. 27 recita: “Non saranno valutate prestazioni attinenti interventi non similari (intendendosi quelli non aventi la stessa tipologia costruttiva)”. Con specifico riferimento alle strutture, considerato che il progetto prevede banchinamenti da realizzarsi mediante palancolato tirantato e cassoni in c.a. nella resecazione del molo di Levante, è necessario produrre schede di servizi esclusivamente limitati a tali tipologie costruttive? O, in alternativa, fermo il maggiore o uguale grado di complessità, è possibile presentare utilmente servizi di strutture progettualmente e tecnologicamente più complesse quali le strutture da ponte in c.a., c.a.p. e acciaio, non riferite ad un ambito marittimo costiero? Cordialmente Emilio Balletto

Risposta:

Come previsto dal prf V, punto 1 delle Linee Guida Anac n.1 e dall’art.8 del DM 17/06/2016 “gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore all’interno della stessa categoria d’opera”.

Chiarimento n. 16

Domanda:

Si chiede se in merito all'offerta tecnica, punto 9.2-A (Professionalità e adeguatezza dell'offerta), la richiesta di una relazione di 6 facciate A4 e 3 tavole grafiche A3 siano da intendersi per ognuno dei tre servizi affini o se siano la totalità degli elaborati.

Risposta:

Le 6 facciate sono relative alla relazione complessiva, per la totalità dei 3 servizi, che dovrà presentare il concorrente.

Chiarimento n. 17

Domanda:

A pag. 23 del disciplinare è indicato il numero delle pagine della relazione sulla professionalità e adeguatezza dell'offerta: 6 schede A4 e massimo tre tavole A4 o A3. Il limite delle pagine sopra richiamato deve intendersi per i tre servizi complessivamente o per ogni servizio singolarmente? Cordialmente Emilio Balletto

Risposta:

Le 6 facciate sono relative alla relazione complessiva, per la totalità dei 3 servizi, che dovrà presentare il concorrente.