Torna ad inizio pagina

Servizio di presidio dei varchi di accesso all’area sterile, controllo di sicurezza dei passeggeri, dei veicoli, dei bagagli al seguito e della merce da svolgersi con l’ausilio di sistemi TVCC e servizio di ronda da effettuarsi nel porto di Cagliari

Oggetto: Servizio di presidio dei varchi di accesso all’area sterile, controllo di sicurezza dei passeggeri, dei veicoli, dei bagagli al seguito e della merce da svolgersi con l’ausilio di sistemi TVCC e servizio di ronda da effettuarsi nel porto di Cagliari
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di valutazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 10.660.615,44
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 10.654.000,00
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 6.615,44
CIG: 930183443F
Stato: Aggiudicata
Centro di costo: UFFICIO APPALTI E CONTRATTI CAGLIARI
Aggiudicatario : Coopservice S. Coop. p. A.
Data aggiudicazione: 20 settembre 2022 0:00:00
Importo di aggiudicazione comprensivo degli oneri: € 8.231.503,44
Data pubblicazione: 13 luglio 2022 10:15:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 19 agosto 2022 13:00:00
Data scadenza: 29 agosto 2022 13:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
Documentazione Offerta Tecnica:
  • Offerta tecnica criterio A1
  • Offerta tecnica criterio A2
  • Offerta tecnica criterio B1
  • Offerta tecnica criterio B2
Documentazione Offerta Economica:

Elenco chiarimenti

Chiarimento n. 1

Domanda:

Spett.le Ente, la presente a chiedere gentilmente quanto di seguito indicato: - in relazione al requisito all’art. 6.4 relativo alla “Gestione per almeno 12 mesi consecutivi di almeno una centrale operativa funzionante H24 per 365 gg all’anno per l’esecuzione di controlli espletati con l’ausilio di sistemi TVCC (videosorveglianza tramite telecamere a circuito chiuso)”, si chiede conferma che in caso di RTI lo stesso possa essere soddisfatto da una sola delle società partecipanti. In attesa di un gentile riscontro porgiamo distinti saluti.

Risposta:

In merito al quesito si conferma che il requisito, in caso di RTI, può essere soddisfatto da una delle società partecipanti. Cordiali saluti

Chiarimento n. 2

Domanda:

Buongiorno, siamo a chiedere conferma che, in caso di R.T.I. costituendo, solo la Mandataria debba apporre la marca da bollo sulla sua istanza di partecipazione. Grazie e cordiali saluti

Risposta:

In casi di RTI dovrà essere apposta la marca su ogni istanza e non solo su quella della mandataria. 

Chiarimento n. 3

Domanda:

Gentili Signori, in considerazione del fatto che l'offerta dovrà rimanere valida per 250 giorni, siamo a chiedere conferma che anche la garanzia provvisoria debba avere la stessa durata. Grazie e cordiali saluti

Risposta:

Si conferma che  la cauzione provvisoria deve avere la stessa validità dell'offertà, ossia 250 giorni. 

Chiarimento n. 4

Domanda:

Spett.le Ente, in relazione all’imposta di bollo da pagare relativamente all’istanza di partecipazione con la presente siamo a chiedere se sia possibile adempiere al pagamento, in alternativa all’F23, applicando il contrassegno e annullandolo direttamente sull’istanza di partecipazione o su una dichiarazione che riporti tutti i dati relativi alla procedura di gara. In relazione ai dati presenti sul disciplinare relativi al pagamento dell’F23 siamo a chiedere una verifica dei codici indicati in quanto la banca ci segnala un errore nella compilazione dell’F23, relativo ai codici, che non ne permette il pagamento. In attesa di un gentile riscontro porgiamo distinti saluti.

Risposta:

In relazione al chiarimento richiesto l'imposta di bollo può essere assolta 

anche attraverso l'applicazione del contrassegno.

Non risulta dalla verifica effettuata nel sito dell'Agenzia delle Entrate modificato il codice 456T (imposta di bollo).   

Chiarimento n. 5

Domanda:

Spett.le Ente, in relazione all’imposta di bollo da pagare relativamente all’istanza di partecipazione con la presente siamo a chiedere se sia possibile adempiere al pagamento, in alternativa all’F23, applicando il contrassegno e annullandolo direttamente sull’istanza di partecipazione o su una dichiarazione che riporti tutti i dati relativi alla procedura di gara. In relazione ai dati presenti sul disciplinare relativi al pagamento dell’F23 siamo a chiedere una verifica dei codici indicati in quanto la banca ci segnala un errore nella compilazione dell’F23, relativo ai codici, che non ne permette il pagamento. In attesa di un gentile riscontro porgiamo distinti saluti.

Risposta:

In relazione al chiarimento richiesto l'imposta di bollo può essere assolta anche attraverso l'applicazione del contrassegno. Non risulta dalla verifica effettuata nel sito dell'Agenzia delle Entrate modificato il codice 456T (imposta di bollo).

Chiarimento n. 6

Domanda:

Codesta Spettabile Stazione Appaltante al punto 6.4 REQUISITI DI CAPACITA’ TECNICA E PROFESSIONALE (ART. 83, COMMA 1 - LETT. C) del Disciplinare di Gara ha previsto, tra i requisiti di capacità tecnica professionale necessari per la partecipazione, anche la “Gestione per almeno 12 mesi consecutivi di almeno una centrale operativa funzionante H24 per 365 gg all’anno per l’esecuzione di controlli espletati con l’ausilio di sistemi TVCC (videosorveglianza tramite telecamere a circuito chiuso)”. Si chiede a codesta Spettabile Stazione Appaltante di confermare che il suddetto requisito NON possa essere soddisfatto con la gestione di centrali operative di cui all’allegato E al DM 269/2010 e s.m.i. in quanto funzionali all’erogazione dei servizi dell’istituto di vigilanza. In attesa di un Vs. riscontro si porgono cordiali saluti

Risposta:

Si conferma che il suddetto requisito dovrà essere soddisfatto in conformità al DM 269/2010.

Chiarimento n. 7

Domanda:

Con la presente siamo a chiedere delucidazioni in merito al requisito punto 6.2 REQUISITI DI IDONEITÀ PROFESSIONALE (ART. 83, COMMA 1- LETT.A) del Disciplinare di Gara. Viene richiesta l’autorizzazione di cui al Titolo IV del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza 18 Giugno 1931, n. 773, al R.D. 6 Maggio 1940, n. 635 così come modificato dal D.P.R. 4 Agosto 2008, n. 153 e dal D.M. 269 del 2010, classe funzionale A – livello 2 e classe funzionale B – livello 1. Secondo le regole della Vigilanza Privata dalle modifiche al Tulps e al DM 269/2010, sino al decreto sulla “Certificazione” in maniera specifica l’Art.2 Caratteristiche e requisiti organizzativi e professionali degli istituti di Vigilanza comma 2 Le caratteristiche ed i requisiti sono rapportati alle classi funzionali di attività che si intendono svolgere, ai livelli dimensionali ed agli ambiti territoriali per i quali la licenza è richiesta, sulla base delle seguenti classificazioni: a) Classi funzionali: Classe A : attività di vigilanza (anche con utilizzo di unità cinofile) di tipo : ispettiva, fissa, antirapina, antitaccheggio. Altri servizi regolati da leggi speciali o decreti ministeriali; Classe B : ricezione e gestione di segnali provenienti da sistemi di televigilanza e telesorveglianza. Gestione degli interventi su allarme. b) Livelli dimensionali : Livello 1 : servizio che comportano l’impiego di guardie giurate non inferiori a 6 e non superiori a 25. Livello 2 : servizio che comportano l’impiego di guardie giurate non inferiori a 26 e non superiori a 50. c) Ambiti Territoriali : Ambito 1 : Istituti che intendono operare uno o più servizi di cui alle Classi individuate alla precedente lettera a),in un unico territorio provinciale ecc…. Ambito 2 : Istituti che intendono operare uno o più servizi di cui alle Classi individuate alla precedente lettera a) con popolazione superiore a 300.000 abitanti Ambito 3: Istituti che intendono operare uno o più servizi di cui alle Classi individuate alla precedente lettera a) in Territorio Ultraprovinciale , con popolazione sino a 3.000.000di abitanti. Ambito 4: Istituti che intendono operare uno o più servizi di cui alle Classi individuate alla precedente lettera a) in Territorio Ultraprovinciale , con popolazione sino a 15.000.000 di abitanti. Orbene il Bando recita : “” Classe A liv. 1 e Classe B liv.2 “”” Si chiede di chiarire quale sia la Classe/i e se il Livello (inteso come dimensionale) è 1 oppure 2 . Distinti saluti

Risposta:

In merito al suddetto quesito si precisa, come previsto nei documenti di gara che le attività previste sono due. La classe funzionale A – livello 2 è riferita al servizio dei controlli ai varchi , mentre le classe funzionale B – livello 1 è riferita alla centrale.

Chiarimento n. 8

Domanda:

Spett.le Ente, la presente a chiedere gentilmente quanto di seguito indicato: - In relazione all’art. 9 del capitolato viene richiesto un progetto di assorbimento del personale da presentare in sede di offerta, si chiede se lo stesso debba essere allegato al modello dell’offerta economica o in altra sezione del portale. In attesa di un gentile riscontro porgiamo distinti saluti.

Risposta:

Buongiorno in merito al succitato quesito si comunica che è stata creata nella schermata dell'offerta economica un ulteriore voce denominata "progetto assorbimento personale" nel quale potrà essere inserito il file del progetto.