Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna
Pubblica amministrazione

Affidamento dell’incarico per l’adeguamento della progettazione definitiva, dello studio di impatto ambientale e della relazione paesaggistica dell’intervento di realizzazione del terminal Ro-Ro nel Porto Canale – CUP D21G06000020003 – CIG: 8031232E4B

Oggetto: Affidamento dell’incarico per l’adeguamento della progettazione definitiva, dello studio di impatto ambientale e della relazione paesaggistica dell’intervento di realizzazione del terminal Ro-Ro nel Porto Canale – CUP D21G06000020003 – CIG: 8031232E4B
Tipo di fornitura:
  • Ingegneria e Architettura
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 1.311.212,76
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 1.311.212,76
CIG: 8031232E4B
CUP: D21G06000020003
Stato: In svolgimento
Centro di costo: UFFICIO APPALTI E CONTRATTI CAGLIARI
Data pubblicazione: 18 settembre 2019 0:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 12 novembre 2019 12:00:00
Data scadenza: 18 novembre 2019 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE
  • Documento di Identità
  • Contributo ANAC
  • Eventuali documenti integrativi
  • DICHIARAZIONE_All. 2
  • Dichiarazione art. 80_All. 3
  • DICHIARAZIONE CESSATI
  • Dichiarazione impegno costituzione RTI
  • Modello Avvalimento
  • PASSOE
  • CONTRIBUTO ANAC
  • Attestazione Sopralluogo
  • Domanda di partecipazione_All. 1
  • ELENCO SERVIZI_All. 4
  • SERVIZI DI PUNTA_All. 5

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

al § 8.1 “Unità minime stimate” sono richieste 7 figure professionali: si chiede se è ammessa la coincidenza di più figure in capo al medesimo soggetto

Risposta:

In riferimento alla richiesta di chiarimento si comunica che non è ammessa la coincidenza di più figure professionali in capo al medesimo soggetto che di fatto porterebbe a ridurre la composizione del gruppo di lavoro previsto.

FAQ n. 2

Domanda:

i modelli per le dichiarazioni cui si fa riferimento nel disciplinare di gara (allegati 1-5) sono messi a disposizione dei concorrenti? In che modo è possibile ottenerli?

Risposta:

In riferimento alla richiesta di chiarimenti si fa presente che gli allegati citati nel disciplinare di gara sono scaricabili all'interno dell'area riservata dopo aver effettuato la registrazione.

FAQ n. 3

Domanda:

Il bando, al punto III.3 richiede, quale requisito di carattere professionale, l'iscrizione nell'elenco del Ministero dell'Interno come professionista antincendio. Tale richiesta non è tuttavia confermata nel disciplinare. Si chiede di chiarire se è necessaria la presenza di un professionista iscritto negli elenchi ai sensi dell'art. 16 D.Lgs. 139/2006.

Risposta:

In riferimento alla richiesta di chiarimenti si comunica che l'iscrizione di cui al punto III.3 ( iscrizione nell'elenco del Ministero dell'Interno come professionista antincendio) non è dovuta.

FAQ n. 4

Domanda:

Spett.le Amministrazione, Con riferimento al Disciplinare di Gara Telematica, si richiedono cortesemente i seguenti chiarimenti: 1) Si chiede cortesemente di fornire i file editabili (in formato Microsoft Word) dei modelli di dichiarazioni allegati al bando. 2) Punto 6 "Oggetto dell'appalto" (pagg. 3-4): il servizio dovrà includere anche l'esecuzione dei rilievi (topografici e batimetrici) e delle indagini (geotecniche ed ambientali) eventualmente necessarie per la caratterizzazione dell'ambito di intervento? 3) Punto 8.1 "Unità minime stimate" (pag. 9): per "coordinatore dell'attività di progetto" si intende il responsabile dell'integrazione delle prestazioni specialistiche? Nel caso di società di ingegneria, il coordinatore dell'attività di progetto dovrà essere un direttore tecnico? 4) Punto 16.A "Contenuti dell'offerta tecnica - Professionalità e adeguatezza dell'offerta" (pag. 25): quali schede tecniche, non rientranti nel numero massimo di pagine ammesso, possono essere allegate alla relazione in oggetto? E' necessario rispettare un'interlinea specifica per il carattere Times New Roman, dimensione 12? Si chiede infine di confermare che l'indicazione di allegare i curriculum dei professionisti alla relazione in oggetto si tratta di un refuso. 5) Punto 16 "Contenuti dell'offerta economica" (pag. 26): è definito un limite massimo per il ribasso economico e temporale offerto? Si ringrazia per la disponibilità e cortesia. Cordiali Saluti RINA Consulting S.p.A.

Risposta:

In riferimento alla richiesta di chiarimenti si fa presente quanto segue: 1) gli allegati in formato word sono scaricabili all'interno dell'area riservata dopo aver effettuato la registrazione; 2 come indicato a pag.4 e successive del Disciplinare Tecnico, sono messe a disposizione dei concorrenti le campagne di indagine, a mare ed a terra, eseguite negli anni 2010 e 2011 per il 1° lotto funzionale dell’intervento, nonché lo studio meteo – marino e studio di agitazione interna portuale che si riferiscono sia alla configurazione del 1° lotto dell’intervento che di quello complessivo, così come previsto dal Piano Regolatore Portuale. Inoltre, il progetto del 1° lotto è completo di batimetrie (Tavola 2) e di piano quotato (Tavola3). In ogni caso come indicato al punto 7 a pag.11 del Disciplinare Tecnico “Una volta stipulato il contratto, l’aggiudicatario avrà 15 (quindici) giorni di tempo per formalizzare all’Ente l’eventuale esigenza di disporre di ulteriori indagini geognostiche rispetto a quelle già eseguite. La richiesta dovrà essere dettagliatamente motivata e ad essa andrà allegata la specifica tecnica delle indagini che l’aggiudicatario ritiene necessarie per poter procedere con la progettazione dell’intervento, comprensive del relativo computo metrico estimativo. Al riguardo si evidenzia che le nuove indagini verranno fatte eseguire a cure e spese dell’Ente, ma l’aggiudicatario avrà l’onere della supervisione sul campo delle medesime”; 3) per "coordinatore dell'attività di progetto" si intende il responsabile dell'integrazione delle prestazioni specialistiche. Detta figura PUO’ (non deve) essere un Direttore Tecnico; 4) fermo restando che la relazione, come indicato nel Disciplinare di Gara a pag.25 “dovrà contenere tutte le informazioni necessarie alla Commissione Giudicatrice di valutare la proposta”, il contenuto delle schede tecniche, non rientranti nel numero massino di cartelle indicate per la relazione, sono a discrezione del concorrente. Non è stata indicata nessuna interlinea che, pertanto, fermo restando il numero massimo di cartelle, il carattere e la sua dimensione, è a discrezione del concorrente. Infine, al punto 16A) è indicato esclusivamente che i curriculum dei professionisti non rientrano nel computo del numero di cartelle, mentre al punto 16B) è indicato in grassetto che alla scheda tecnica indicante la composizione del gruppo di lavoro devono essere allegati i curriculum vitae; 5) bando e disciplinare di gara non hanno previsto un limite massimo per il ribasso da applicare su costi e tempi posti a base di gara.

FAQ n. 5

Domanda:

Buongiorno, nei contenuti dell'offerta tecnica il disciplinare di gara specifica per la documentazione di cui al punto A (Professionalità e adeguatezza dell'offerta) che le schede tecniche non rientrano nel numero massimo di pagine dell'offerta. Si richiede di specificare i contenuti e i formati di tali schede. Distinti saluti. Alessio Romani

Risposta:

Facendo seguito alla suddetta richiesta si precisa quanto segue: fermo restando che la relazione, come indicato nel Disciplinare di Gara a pag.25 “dovrà contenere tutte le informazioni necessarie alla Commissione Giudicatrice di valutare la proposta”, il contenuto delle schede tecniche, non rientranti nel numero massino di cartelle indicate per la relazione, sono a discrezione del concorrente. Non è stata indicata nessuna interlinea che, pertanto, fermo restando il numero massimo di cartelle, il carattere e la sua dimensione, è a discrezione del concorrente. Infine, al punto 16A) è indicato esclusivamente che i curriculum dei professionisti non rientrano nel computo del numero di cartelle, mentre al punto 16B) è indicato in grassetto che alla scheda tecnica indicante la composizione del gruppo di lavoro devono essere allegati i curriculum vitae

FAQ n. 6

Domanda:

In riferimento alla procedura in oggetto, la scrivente Società, intenzionata a partecipare in un costituendo Raggruppamento Temporaneo di Imprese, desidera porre il seguente quesito: In merito ai requisiti di partecipazione richiesti al punto 10.1 pag. 11 del Disciplinare di gara, in particolar modo relativamente ai servizi resi per l’I.D. opera IB.08 (tab. Z1 allegata al vigente D.M. n. 143/2013), grado di complessità 0,50 Si chiede cortesemente di confermare Che il requisito richiesto venga soddisfatto presentando servizi svolti nella categoria I.D. opere IB.07 (tab. Z1 allegata al vigente D.M. n. 143/2013), grado di complessità 0,75 Ringraziamo e porgiamo distinti saluti.

Risposta:

Facendo seguito alla richiesta di chiarimento si precisa quanto segue: tenuto conto che gli impianti di cui alla categoria I.D. opere IB.07 comprendono anche gli impianti elettrici, essendo gli stessi non esclusi, si conferma che il requisito richiesto relativamente ai servizi resi per l’I.D. opera IB.08 può essere soddisfatto con la succitata IB.07.

FAQ n. 7

Domanda:

In riferimento al par. 8.1 "Unità minime stimate" del Disciplinare, si richiedere se la posizione di "Ingegnere esperto in opere marittime, coordinatore dell'attività di progetto" possa essere ugualmente ricoperta da un Architetto e se la posizione di "Ingegnere in possesso dei requisiti per lo svolgimento dell'incarico di coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione" possa essere, altresì, ricoperta da un Geometra.

Risposta:

Facendo seguito alla richiesta di chiarimento si precisa quanto segue: la posizione di "Ingegnere esperto in opere marittime, coordinatore dell'attività di progetto" si ritiene NON possa essere ricoperta da un Architetto. L’incarico di Coordinatore per la Sicurezza in Fase di Progettazione può essere ricoperta da un Geometra qualora in possesso dei requisiti previsti dal D.Lgs 81/2008.

FAQ n. 8

Domanda:

Si sottopongono i seguenti quesiti: 1) Si chiede conferma circa l’esclusione dallo scopo del lavoro dei seguenti studi: • aggiornamento e/o integrazione della Caratterizzazione chimica, fisica, microbiologica ed ecotossicologica dei sedimenti presenti nell’area oggetto di dragaggio. • Indagine archeologica • Aggiornamento degli studi sull’ecosistema marino. 2) Si chiede conferma dell’inclusione o meno nello scopo del lavoro delle attività di assistenza in fase di istruttoria dello Studio di Impatto Ambientale.

Risposta:

Facendo seguito alla richiesta di chiarimenti si precisa quanto segue: Relativamente al punto 1 si conferma l’esclusione dalla presente gara delle prestazioni indicate. Relativamente al punto 2 si rappresenta che è onere dell’aggiudicatario fornire tutto il supporto che dovesse essere necessario durante l’istruttoria VIA presso il Ministero dell’Ambiente e dei Beni Culturali, nonché apportare al progetto complessivo ed allo Studio di Impatto Ambientale tutte le modifiche / integrazioni che dovessero essere richieste durante l’iter procedurale di approvazione da parte degli Enti competenti (art.5 del Disciplinare Tecnico).

FAQ n. 9

Domanda:

Nel disciplinare di gara nella documentazione amministrativa relativa ai soggetti associati si richiede, per i raggruppamenti temporanei non ancora costituiti, una "dichiarazione in cui si indica, ai sensi dell'art.48 comma 4 del Dlgs 50/2016, le percentuali che saranno eseguite dai singoli operatori economici riuniti o consorziati". Parimenti nel fac simile di impegno a costituire RTI si richiede di indicare le percentuali di partecipazione all'appalto. Il comma 4 dell'art 48 del Dlgs 50/2016 riporta "Nel caso di lavori, di forniture o servizi nell'offerta devono essere specificate le categorie di lavori o le parti del servizio o della fornitura che saranno eseguite dai singoli operatori economici riuniti o consorziati." Si chiede pertanto se quanto riportato nella documentazione di gara si tratti di un refuso e nel caso cosa indicare della domanda di partecipazione

Risposta:

Facendo seguito alla richiesta di chiarimento pervenuta si precisa quanto segue: nel fac simile predisposto dall'AdSP viene richiesta la percentuale di partecipazione all'appalto, intesa come percentuale del RTI. Per la dichiarazione di cui all'art. 48, comma, 4 del D.Lgs. 50/2016, non è stato predisposto alcun fac simile.

FAQ n. 10

Domanda:

In riferimento al coordinamento per la sicurezza, si chiede conferma che questa attività sia prevista solo per la fase di progettazione.

Risposta:

In merito alla richiesta di chiarimento pervenuta si conferma che il coordinamento per la sicurezza è prevista solo per la fase di progettazione

FAQ n. 11

Domanda:

Si chiede se gli allegati - 1 "Istanza di partecipazione", - 4 "Elenco servizi" - 5 "Elenco servizi di punta" in caso di RTi costituendo, debbano essere prodotti da ciascun componente del RTI (es. RTI con 3 componenti = nr. 3 allegati 1, 4, 5) o se debba essere presentato un unico allegato per tipo, in cui siano nominati tutti i componenti l'RTI

Risposta:

In merito alla richiesta di chiarimento pervenuta si fa presente che l'stanza di partecipazione deve essere resa da tutti i componenti il RTI, mentre gli altri documenti possono essere presentati attraverso un unico allegato oppure attraverso più allegati

FAQ n. 12

Domanda:

Con riferimento alle tipologie di raggruppamento previste nel disciplinare (verticale e orizzontale), si chiede se è consentita la partecipazione di più società in raggruppamento di tipo misto.

Risposta:

Con riferimento alla richiesta di chiarimento si conferma che il RTP può essere composto anche da più società. Resta, comunque, inteso che i RTP devono prevedere sempre la presenza di almeno un giovane professionista, laureato abilitato da meno di cinque anni all'esercizio della professione secondo le norme dello Stato membro dell'Unione europea di residenza.

FAQ n. 13

Domanda:

Con riferimento alle unità minime stimate, tra cui la figura del Geologo, si chiede di confermare la facoltà del concorrente di raggruppare una società di geologia a requisito zero (in quanto non sono previsti requisiti specifici).

Risposta:

Con riferimento alla richiesta pervenuta si conferma che può far parte del RTP una società di geologia a requisiti zero. Resta inteso che il professionista che firmerà la relazione dovrà essere in possesso dei requisiti professionali necessari, quali ad esempio l'iscrizione all'ordine di riferimento.

FAQ n. 14

Domanda:

E' possibile inserire nel ns. costituendo RTP, una mandante che non ha effettuato il sopralluogo? Il ns. costituendo RTP è composto dalla capogruppo che ha effettuato il sopralluogo e da due mandanti (solo una di queste ha effettuato il sopralluogo). Si chiede di confermare se, ai fini della partecipazione alla gara, sia sufficiente la presentazione di due attestazioni di sopralluogo.

Risposta:

Con riferimento alla richiesta pervenuta si conferma che il sopralluogo può essere fatto anche solo da un componente il RTP.

FAQ n. 15

Domanda:

Poichè in caso di raggruppamento codesto spettabile ente ha specificato che ciascun componente deve presentare la propria istanza di partecipazione (allegato 1), si chiede se la marca da bollo debbe essere apposta su tutte le istanze presentate ovvero è sufficiente metterla solo su quella della capogruppo. Grazie

Risposta:

Con riferimento alla richiesta di chiarimento si conferma che la marca da bollo deve essere apposta su ciascuna istanza

FAQ n. 16

Domanda:

In riferimento ai Contenuti dell'Offerta Tecnica, pag. 25 e 26 del Disciplinare di Gara, si chiede se la dicitura ripetuta sia nel punto A. sia nel punto B., recante "La relazione dovrà essere costituita da un numero massimo di 10 cartelle (una cartella equivale ad una facciata) in formato A4, numerata progressivamente in ogni cartella, redatta con carattere Times New Roman, dimensione 12. Le schede tecniche non rientrato nel suddetto numero massimo. Alla relazione possono essere allegate al massimo 3 tavole grafiche in formato max A3. Non sono computabili nel numero delle cartelle le copertine e gli eventuali sommari nonché i curriculum di ciascun professionista facente parte del gruppo di lavoro", sia un refuso o se invece sono previste nr. 2 Relazioni Tecniche, con relativi allegati. E quindi, ricapitolando, se è prevista nr. 1 Relazione per le specifiche di cui al punto A. e nr. 1 Relazione per le specifiche di cui al punto B.

Risposta:

Con riferimento alla richiesta di chiarimenti si precisa che le relazioni da fornire sono due, una per il criterio A ed una per il criterio B.

FAQ n. 17

Domanda:

Con riferimento alla procedura in oggetto, relativamente all’elemento di valutazione A) - “Professionalità e adeguatezza dell’offerta desunta da tre servizi svolti”, a pagina 25 del disciplinare è richiesto che i 3 servizi da presentare debbano essere stati svolti negli ultimi 10 anni. Tuttavia, come riportato da ANAC, si segnala che, in esito alla consultazione, nel Bando-tipo n. 3, con riguardo al criterio della «professionalità e adeguatezza dell’offerta», è stata estesa all’intera vita professionale il periodo di riferimento per i servizi significativi da indicare in sede di offerta (cfr. punto 16 lett. a) e punto 18.1 lett. A del disciplinare di gara). Per tanto, alla luce di quanto sopra riportato, si chiede a codesta spett.le Amministrazione di valutare l’eliminazione del limite dei 10 anni per i servizi tecnici da presentare.

Risposta:

Con riferimento alla richiesta di modifica del requisito "professionalità e adeguatezza dell'offerta.....", tenuto conto che tale richiesta comporterebbe la modifica dei requisiti previsti per la partecipazione alla gara e, pertanto, la modifica del bando con decorrenza di nuovi termini e considerato che le linee guida n. 1 non sono vincolanti, questa Adsp non ritiene di poter accogliere tale richiesta. Si ringrazia per la segnalazione che verrà presa in considerazione per future gare.

FAQ n. 18

Domanda:

Spett.le Amministrazione, fra la documentazione di gara sono richieste dichiarazioni rese dai soggetti di cui all'art. 80 in carica (All. 3) e cessati. Su portale è previsto il caricamento delle suddette dichiarazioni munite di firma digitale. Poichè non tutti i soggetti interessati sono muniti di propria firma digitale si chiede se è corretto fornire tali dichiarazioni sottoscritte con firma olografa dei soggetti interessati e controfirmate con firma digitale del legale rappresentante della società concorrente. Ringraziando anticipatamente per la cortesia e disponibilita porgiamo Cordiali Saluti RINA Consulting S.p.A.

Risposta:

Con riferimento alla richiesta di chiarimenti si conferma che in caso di mancato possesso della firma digitale la stessa può essere resa con firma olografa e sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante della società concorrente o ancora può essere resa la dichiarazione del legale rappresentante che dichiara "per quanto a propria conoscenza" il soggetto cessato Sig....... non si trova.....

FAQ n. 19

Domanda:

Spett.le Amministrazione, con riferimento al subappalto si chiede conferma che NON sia necessario indicare la terna dei subbappaltatori. Si ringrazia anticipatamente per la cortesia e disponibilità. Cordiali Saluti RINA Consulting S.p.A.

Risposta:

Facendo seguito al quesito richiesto si precisa che l’art. 31, comma 8, d.lg. 50/2016, vieta il subappalto per gli incarichi di progettazione, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione dei lavori, direzione dell’esecuzione coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione e di collaudo. L’affidatario, precisa la norma, non può avvalersi del subappalto, fatta eccezione per indagini geologiche, geotecniche e sismiche, sondaggi, rilievi, misurazioni e picchettazioni, predisposizione di elaborati specialistici e di dettaglio, con esclusione delle relazioni geologiche, nonché per la sola redazione grafica degli elaborati progettuali. Resta, comunque, ferma la responsabilità esclusiva del progettista. Poichè trttasi di una gara comunitaria, qualora si volesse subappaltare quanto sopra indicato, ai sensi dell'art. 105, comma 6, del d.lsg.50/2016 è obbligatoria l'indicazione della terna in sede di offerta.

FAQ n. 20

Domanda:

In riferimento alla procedura in oggetto, la scrivente Società, desidera porre il seguente quesito: Vista la Legge n. 55/2019 (di conversione del dl n. 32/2019 “Sblocca cantieri”), nella quale fino a dicembre 2020 viene sospeso l'obbligo di indicare in gara la terna di subappaltatori e la quota di attività subappaltabile passa dal 30% al 40%, con la presente chiediamo di confermare che, in fase di gara, sarà sufficiente indicare la volontà di subappaltare, le prestazioni che si intendono subappaltare e la quota. Ringraziamo per la cortesia e porgiamo distinti saluti.

Risposta:

Con riferimento al quesito richiesto e a rettifica di quanto comunicato nel precedente quesito si comunica che l'applicazione del comma 6 dell'art. 105 del d.lgs. 50/2016 è sospeso fino al 31.12.2020, pertanto non è necessario indicare la terna dei subappaltatori.

FAQ n. 21

Domanda:

In caso di Raggruppamento Temporaneo costituendo, in riferimento al Cap. 10, punto "Requisiti di capacità economica e finanziaria", si chiede se tutti i componenti siano tenuti a dichiarare degli importi o se sia sufficiente che il requisito sia soddisfatto dal Raggruppamento nel suo complesso, premesso che la Mandataria debba possederlo in misura maggioritaria.

Risposta:

Facendo seguito alla richiesta di chiarimento si fa presente che il punto 10- Requisiti Speciali del Disciplinare di gara, stabilisce le diverse modalità, in caso di RTP, per soddisfare i requisiti di cui trattasi.

FAQ n. 22

Domanda:

In riferimento alla procedura in oggetto, la scrivente Società, intenzionata a partecipare in un costituendo Raggruppamento Temporaneo di Imprese, desidera porre il seguente quesito: Sul disciplinare e sui moduli da compilare si fa sempre riferimento a raggruppamenti di tipo verticale ed orizzontale. Con la presente si chiede di confermare che possano partecipare anche raggruppamenti di tipo misto, come previsto dall’Art. 48, comma 6, del D.Lgs. 50/2016 – C.d.S. del 07/08/2018 n. 4860. Ringraziamo e porgiamo distinti saluti.

Risposta:

Facendo seguito alla richiesta di chiarimento si fa presente quanto segue: la facoltà di partecipare in RTI di tipo "misto" è prevista dal dettato normativo espressamente per i lavori pubblici, (cfr. art. 48, comma 6, secondo periodo del D.Lgs n. 50/2016) sebbene la giurisprudenza la riconosca anche nell’ambito degli appalti di servizi o forniture come richiamato nella recente la sentenza del Consiglio di Stato, sez. III, 07/08/2018 n. 4860, in cui il giudice amministrativo, riprendendo una precedente statuizione della Sez. V, n. 3769 del 1 agosto 2015, ha riconosciuto l’ammissibilità di tali raggruppamenti anche in un appalto di servizi.

FAQ n. 23

Domanda:

In riferimento alla procedura in oggetto, la scrivente Società, intenzionata a partecipare in un costituendo Raggruppamento Temporaneo di Imprese, desidera porre il seguente quesito: Aggiungendo le mandanti a portale, al punto 1 “anagrafica”, mi viene chiesto di compilare una parte con i dati del legale rappresentante, in caso di studio associato, nel quale c’è l’obbligo di firma di entrambi i legali rappresentanti, in quanto uno dei due non ha poteri di rappresentare lo Studio, si chiede di chiarire il modo per inserirli entrambi. Ringraziamo e porgiamo distinti saluti.

Risposta:

Facendo seguito alla richiesta di chiarimento si fa presente che essendo il quesito di natura tecnica dovrà essere aperto un ticket attraverso la sezione "richiedi assistenza", a cui la società che gestisce la piattaforma è tenuta a rispondere.